Quali auto possono guidare i neopatentati e con quali restrizioni?

Sono due le tipologie di regole particolari che devono essere seguite durante i primi anni di guida: quelle relative al tipo di veicolo da utilizzare e quelle che invece riguardano più nello specifico la guida su strada.

Limite cilindrata neopatentati

I parametri fissati dalla legge, in particolare dall’articolo n.117 del Codice della Strada, riguardo le auto che possono essere guidate dai neopatentati, sono i seguenti: è stabilito un limite di 55kW per tonnellata, valore ottenuto dalla relazione tra il peso del veicolo e la potenza del motore. Il limite non è dunque legato, come spesso si è portati a credere, alla cilindrata. È possibile, in alternativa, utilizzare veicoli con una potenza massima di 70kW o 95 cavalli.

Sanzioni neopatentati

Nel caso in cui i parametri sopraelencati, che sono validi per i primi 12 mesi dal conseguimento della patente, venissero superati, si rischia la sospensione della patente fino a 6 mesi e una multa del valore compreso fra 152€ e 608€.

Quali auto per neopatentati

Per scoprire se la propria auto rientra o meno nei limiti di legge per la guida da parte di un neopatentato, è possibile consultare il sito “Il portale dell’Automobilista”, che è controllato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. In totale, sono circa 900 i modelli che possono essere guidati da chi ha conseguito la patente da meno di 12 mesi.

Limiti per neopatentati

Passando invece alle restrizioni di guida su strada, va specificato che esse riguardano i primi 3 anni di guida. Chi ha la patente da meno di 3 anni deve rispettare il limite di 100 Km/h in autostrada (invece dei 130Km/h dei guidatori esperti), e dei 90 Km/h sulle strade extraurbane.

Per quanto riguarda la guida sotto effetto di alcolici, per i primi 3 anni di guida non è valida la tolleranza di 0,5 grammi di alcool per litro di sangue applicata a tutti gli altri automobilisti, ma la tolleranza è pari a 0.